experienceIN associazione culturale

COME RAGGIUNGERCI
Info&Orari

Image module

 In treno:

 \   > 

 

 In bus:

\ Linee 

 

 

 In bici:

 \ ciclabile Bologna > 

 

 

 In auto:

\ Parcheggio coperto 

 \ Parcheggio 

 

 

 Conferenza stampa, Inaugurazione

 

 

Aperto:
 \ giovedì  > venerdì 16:00 > 22:00

 \ sabato 10:00 > 24:00 

 \ domenica 10:00 > 22:00

 

 

 Esclusivo per associati:

 \ lunedì, martedì, mercoledì

 

Hai voluto la bicicletta?

\ Adesso pedala grazie a: “SlowBikeTourism”, una nuova offerta turistica per scoprire luoghi, arte e cibo del territorio.


Associazione Culturale

experienceIN

Scorrere fino in fondo per leggere PresentAzione & ProgrammAzione

Scorrere fino in fondo per leggere PresentAzione & ProgrammAzione

giugno > novembre 2017 \ giugno > novembre 2019


Appuntamento biennale
Appuntamento biennale
Premessa:

L’appuntamento con l’edizione “zer0” dell’iniziativa biennale “Nel segno delle acque” progettato ideato e diretto da experienceIN, per il 2017 è stato ospitato in via Lido, 15 a Casalecchio di Reno, nello spazio di proprietà del Consorzio della Chiusa di Casalecchio –che, ringraziamo per la gentile concessione-, ha raggiunto l’obiettivo di inserirsi nel contesto del territorio di Casalecchio.

(info&news per edizione 2019 scorrere in fondo+sito+social; stay tuned!)


 

E’ stato il mese di novembre, ricco di prodotti del bosco, a chiudere, con la rassegna dei prodotti dell’autunno, la fortunata edizione “zer0” dell’iniziativa biennale Nel segno delle acque”.

Diapositiva1

Tartufi, castagne, funghi e altre eccellenze del territorio per ringraziarvi

Tartufi, castagne, funghi e altre eccellenze del territorio per ringraziarvi di non essere rimasti a guardare ma esser stati “spettAttori” e darvi l’arrivederci all’estate 2019 in altra sede che, verrà comunicata con tre mesi di anticipo sui nostri social e il sito che ci ospita “experienceIN.it”. 

 


 giugno 2017 > edizione zer0
giugno 2017 > edizione zer0

Le attività iniziate in giugno che, comunichiamo ufficialmente con la conferenza stampa del 12 luglio, calendarizzate dal giovedì alla domenica, termineranno a novembre.

Essere ospiti a Casalecchio di Reno, fa sì che, l’estensione del titolo di questa edizione zer0 del 2017 sia “Nel segno di Casalecchio”.

Il Valore dell’Iniziativa: Grazie al Consorzio della Chiusa di Casalecchio, che ci ha messo a disposizione la bucolica area di via del Lido, 15 nasce: “Nel segno delle acque”, le soste multisensoriali per vivere l’estate e l’inizio dell’autunno con la libertà di sentirsi protagonisti di ogni esperienza.

IL CENTRO DELL’INIZIATIVA: Via del Lido 15 è il centro di gravità di “Nel segno delle acque”, la tua area verde con una programmAzione settimanale dove una serie di microeventi a tema convivono e si alternano tra gusti, suoni, gesti, parole e immagini per portare il pubblico dagli adulti ai bambini attraverso il coinvolgimento dei cinque sensi ad una dimensione che unisce il tempo libero e l’apprendimento.

Il Comune di Casalecchio di Reno: Il progetto ha l’obiettivo di inserirsi nel contesto di Casalecchio, con la volontà operativa sia di entrare in dialogo con l’istituzione pubblica, che con tutte le realtà associative di riferimento che coordinano le rispettive e a tema manifestazioni estive che compongono il programma dell’estate di Casalecchio. L’Associazione Culturale experienceIN considera molto importante questo aspetto di collaborazione in quanto “Nel segno delle acque” vuole e deve essere un collegamento con il territorio di riferimento.

Noi ci saremo! FICo Bologna e l’Associazione Culturale experienceIN -volàno e  parte culturale del chiosco eat&dream- divengono il collegamento e la promozione per “Noi ci saremo! FICo Bologna” dove i territori che rappresenta; l’Unione dei comuni dell’Appennino bolognese e le “Terre del Lamone” (bassa Romagna) ne saranno attori costanti all’interno di una programmazione.

experienceIN: è l’associazione culturale di gestione della manifestazione estiva “Nel segno delle acque”. Associazione che avrà il compito, come da statuto, di iscrivere il pubblico con una tessera associativa per un valore di 5 € o 10 € a seconda del tipo di tesseramento, momento nel quale offriremo, a scelta: un calice di vino accompagnato da prodotti del territorio o una dolce merenda. Il tesseramento, consentirà l’accesso e la permanenza in giardino per tutta la programmazione estiva compresi i contributi didattici, culturali e di intrattenimento che non richiedano un ulteriore contributo.

ideAzione, programmAzione e coordinamento > experienceIN

In collaborazione con > Bologna Welcome, FICo Eataly World, Centro Natura, La Sorbetteria Castiglione, Ca’ la Ghironda Sezione Didattica, ReMida terre d’acqua, La strada dei vini e dei sapori dell’Appennino bolognese, Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese, “Terre del Lamone”,  Terre della bassa Romagna, Eco Museo delle erbe palustri di Villanova di Bagnacavallo, COOKI piattaforma sviluppata da Foresite per gestire ricette, allergeni, valori nutrizionali e food-cost creata per i professionisti del settore AgriFood

Pedalate grazie a: “SlowBikeTourism”, una nuova offerta turistica per scoprire luoghi, arte e cibo del territorio.

Con il patrocinio del > Comune di Casalecchio di Reno

 

 

 

 

experienceIN

Associazione Culturale segnala

Alcune attività 2017

 

 


 
experienceINcollaborazione
con un evento Sana City di Centro Natura Bologna
 
 
“CAMMINATE CON ISTRUTTORE”
 
 
Riprendono le camminate a passo veloce, condotte dagli istruttori sport natura. L’occasione ideale per fruire sia dell’attività motoria che di un piacevole momento di socializzazione.
Il primo appuntamento del 2017/18 è nato dalla collaborazione con Nel segno delle acque- experienceIN.it, ed è destinato a raggiungere un luogo magico che pochi conoscono: Via del Lido 15 a Casalecchio.
Qui si potranno trovare prodotti artigianali dell’Appennino, vini autoctoni della bassa Romagna, frutta e succhi bio.
 
 
La partecipazione alla camminata è gratuita, non occorre la prenotazione.
percorso tra il centro di Bologna e il Lido di Casalecchio con Pier Paola Guccini
ritrovo ore 9:30 al Centro Natura (via degli Albari, 4a)
prima tappa: Meloncello
(3,5 km ca da cui si può effettuare rientro in sede)
destinazione: Via del Lido 15 Casalecchio
(percorso esteso, 9 km ca – rientro con bus 20 o 89
oppure noleggio bici, da prenotare con almeno 5 giorni di anticipo
al 3429352348‬
 
 
Iscrizione alla camminata: sport natura
via degli albari 4A – bologna  tel. ‪051 235643‬
 

 
PIQUE-NIQUE

Con i prodotti dell’Appennino e la Bassa Romagna

27|28|29 luglio 2017 dalle 20,00 Pique-Nique freddo e il 27 anche griglia

A cura dello chef “Paolo”, panzanella e altre specialità, white dog brewery, Burson e Rambela -vini autoctoni della Bassa Romagna-, gelato bolognese artigianale della Sorbetteria Castiglione.


PAELLA & BORLENGHI

 a Casalecchio di Reno al 15 di via del Lido

Venerdì 21 luglio 2017 dalle 18,00 Paella di pesce e vegana

A cura del “Professor Paella”, Burson –vino autoctono della Bassa Romagna-, sangriaa base di Centesimino –vino autoctono della Bassa Romagna-, sorbetto e gelato di creme bolognesi della Sorbetteria Castiglione entrambi artigianali.

Sabato e Domenica Borlenghi

Il borlengo, burlengo o zampanella è una specie di crêpe molto sottile e croccante preparata a partire da un impasto liquido estremamente semplice (è un tipico cibo povero), a base di acqua (o latte), farina, sale e talvolta anche uova: questo impasto è detto colla. Il ripieno tradizionale, detto cunza, consiste in un battuto di lardo, aglio e rosmarino, oltre ad una spolverata di Parmigiano Reggiano. Il borlengo si serve molto caldo e ripiegato in quattro parti. Molti paesi della zona di produzione rivendicano la paternità di questo alimento, la cui origine è decisamente antica: i primi documenti certi risalgono al 1266, ma c’è chi ne situa la data di nascita addirittura nel Neolitico.


“CUCINE A SPASSO” A CASALECCHIO DI RENO AL 15 DI VIA DEL LIDO

dal 14 al 16 luglio 2017 – food truck & more by experienceIN.it

Ecco le ape car e i furgoncini vintage di Cucine a spasso, lungo le sponde del fiume Reno a Casalecchio. Vere e proprie cucine su ruote selezionate in base alla qualità dei prodotti, all’originalità della proposta gastronomica e all’estetica dei mezzi, perché anche l’occhio vuole la sua parte.

L’area della manifestazione è rappresentata da un grazioso e ombreggiato giardino, con splendida vista sul fiume Reno e le colline; giardino aperto da experienceIN per le famiglie per rilassarsi, rinfrescarsi e godere delle varie attività.

Non solo cibo di strada di qualità, ma anche un ampio programma collaterale dedicato a concerti, dj set, giochi per bambini a cura di experienceIN in collaborazione con ReMida, Cultura e storytelling a cura di experienceIN in collaborazione con “Il Museo delle erbe palustri di Villanova di Bagnacavallo” Attività: Laboratori di intrecci con le erbe palustri, racconti e giochi della tradizione popolare.

L’evento è organizzato in collaborazione con Eventeria, Feednfood e > experienceIN con il supporto del Comune di Casalecchio.

ORARI

Venerdì 14 luglio 18,00 > 23.30

Sabato 15 luglio 11.30 > 23.30

Domenica 16 luglio 11.30 > 23.30


13 DI COPPE / FESTA DI SORBETTERIA CASTIGLIONE

ore 20,30 giovedì 13 luglio 2017 – posti limitati

Fresca cena gourmet dolce e salata servita in coppa, in una location da favola. Giovedì 13 luglio ti aspetta ” il 13 di Coppe”: una serata favolosa dedicata al piacere di una cucina fresca ispirata alle coppe di Sorbetteria Castiglione curata con passione dagli chef di Atmospherae Catering Bologna e naturalmente accompagnata e dal famoso gelato de la Sorbetteria Castiglione.

La serata si svolgerà nel giardino di experienceIN in Via Lido 15 a Casalecchio di Reno e prevede anche uno spettacolo teatrale: posti limitati e prenotazione obbligatoria.


IL FINIMONDO / VARIETÀ APOCALITTICO 

ore 20,30 giovedì 13 luglio 2017 – posti limitati – tesseramento €10,00

Regia di Santo Marino
Con: Alessandra Amerio, Cristina Carbone, Santo Marino Musica in scena: Massimo Caruso
Produzione: Peso Specifico Teatro 

Il Finimondo è un varietà: un genere di spettacolo ormai scomparso che affonda le sue radici nella tradizione popolare ma che contemporaneamente è stato fucina di innovazioni teatrali importanti. Dal varietà venivano Petrolini, Viviani e Totò. Metterlo in scena oggi significa per noi riprendere una tradizione interrotta, significa cercare un dialogo con il pubblico, senza divisioni tra palco e platea, significa affrontare un teatro al cui centro sta esclusivamente l’attore. Il Finimondo parla della fine di un’epoca: la nostra. Nel contesto sociale di oggi, di fronte alla crisi del modello occidentale, ai conflitti ideologico-religiosi, all’emergenza climatica e ambientale, sentivo l’esigenza di raccontare il nostro mondo dal punto di vista degli attori, con tutta la “cialtroneria” che ne consegue. Ecco allora che una piccola compagnia di varietà fa i conti con la fine del mondo. C’è chi ha perso per sempre un anello di brillanti, chi rimpiange i grandi palcoscenici di un tempo, chi ha rinnegato l’amore in favore della guerra, chi pretende dalla propria figlia il rimborso spese della sua esistenza… Monologhi e dialoghi, canzoni e canzonette, acrobati e balletti in sette capitolazioni. Karl Valentin, Ettore Petrolini, Kurt Weill le principali ispirazioni. Un varietà apocalittico, dunque. Citando F. T. Marinetti: “la sintesi di tutto ciò che l’umanità ha raffinato finora nei propri nervi per divertirsi ridendo del dolore materiale e morale”. 

Signore e signori, benvenuti alla fine del mondo! 

varietà presentato da > experienceIN.it


 
experienceINcinema
un evento di Effetto Blu 2017
 
Degustazioni & proiezioni
Alcune imprese di Beppe Faresin “L’uomo del kayak”
Storytelling a tavola e proiezioni con sfondo della Chiusa di Casalecchio
 
Premessa alla partecipAzione dell’evento:
 
Il sindaco Achille Variati ha ricevuto in visita a Palazzo Trissino Giuseppe Faresin, il canoista 64enne nato a Vicenza e conosciuto come “l’uomo del kayak”, passione che coltiva dagli anni ’70. Faresin è noto anche per i suoi numerosi gesti di beneficenza a favore dell’Unicef e di Medici con l’Africa che gli hanno fatto meritare i galloni di “Ambasciatore dell’Italia e del Veneto”. Il canoista è in partenza per un nuovo viaggio di 2200 chilometri in kayak sull’Amazon River, il fiume più grande del mondo, in compagnia dell’amico Simone: i due partiranno da Iquitos in Perù e arriveranno a Manaus in Brasile. 
Ad ogni chilometro di pagaiata Faresin donerà 1 euro: il ricavato finale andrà a favore di CUAMM, Medici con l’Africa.
Il sindaco Variati ha voluto salutare personalmente Faresin congratulandosi per l’impresa e con la speranza che il messaggio di pace e solidarietà che questa avventura porta in sé si rafforzi e si diffonda ogni giorno di più.
Con le sue numerose imprese, Beppe Faresin si è conquistato i prestigiosi galloni di ”Ambasciatore dell’Italia e del Veneto”.
La sua storia o meglio il suo ”battesimo” in canoa, inizio alla fine degli anni ’70 quando decise di domare le acque del Rodano dalla Svizzera fino a Marsiglia; prosegui nel 2011, con l’attraversata sul Danubio, da Vienna sino a Turnu Severin, in Romania, 6 nazioni, 4 capitali, e tutto questo unendo passione e filantropia.
La beneficenza da sempre pagaia con lui, ogni chilometro di “pagaiata” equivale a 1 euro di fondo raccolto e destinato ai diversi progetti umanitari. Con il Danubio i fondi raccolti sono stati destinati all’Unicef per i bimbi di Haiti, colpiti dal terremoto.
Nel 2012 Faresin si è avventurato nelle acque del Mississippi, da Minneapolis a St. Louis, portando solidarietà e sostegno alle aree colpite dall’uragano Katrina.
Dopo il Danubio e il Mississippi, l’ambasciatore avventuriero Faresin
non si più fermato, rendendosi di anno in anno protagonista di avventure sempre più difficili e rischiose, conservando sempre umiltà e accrescendo l’amore verso il prossimo, che uniti alla grande dose di  simpatia l’hanno portato a coinvolgere ad appassionare ai suoi viaggi e alle sue cause sempre più persone di diversa estrazione sociale: autorità, persone note e meno note del mondo della politica, dello sport, dello spettacolo, gente comune e che è riuscito a  trasformare in nuovi amici con cui condividere non solo cause benefiche ma anche scambi interculturali facendo conoscere il nostro bel Paese.
Le spedizioni della solidarietà di Faresin hanno conosciuto anche il Golfo del Messico, con un viaggio da New Orleans a Tampa e poi ancora il fiume Yukon, percorrendo la tratta Canada-Alaska, sulle orme dei cercatori d’oro, giungendo nel 2014 sulle acque del fiume Murray in Australia.
Oggi anno 2016  scegliendo come Madrina d’eccellenza la famosissima campionessa olimpionica, Sara Simeoni, Faresin a scelto Bassano del Grappa per annunciare la sua nuova avventura. Perché Bassano? Perché forte è il suo legame con lo storico Ponte degli Alpini e con gli amici del comitato di AIUTIAMO IL PONTE DI BASSANO, con i quali si sta prodigando, oramai da più di 4 anni, in numerose iniziative a sostegno del suo restauro.
Il suo profondo desiderio, oltre che vederne raddrizzata la schiena, è quello di farlo conoscere e apprezzare al mondo intero, perché nell’immaginario collettivo il Ponte di Bassano del Grappa, non è solo uno dei due unici ponti di legno presenti al mondo, ma è divenuto il simbolo d’unione di civiltà e cultura, capace di calamitare a se i popoli di tutto il mondo chiamati a scambiarsi il famoso “BACIN D’AMORE”.
Il 17 luglio lungo i fiumi Mosella e Reno  Faresin  incontrerà di tappa in tappa le diverse autorità locali ai quali consegnerà i saluti ufficiali del Presidente del Consiglio Regione Veneto, del Sindaco di Vicenza, di Sandrigo e Bassano del Grappa.
Il Sindaco di Shengen Ben Homan ha già annunciato che vuole essere presente quando Faresin farà tappa nella sua cittadina, piccola, appena 4.500 abitanti, ma importante luogo nella memoria storica di tutti i popoli d’europa, ricordiamo infatti che nel lontano giugno del 1985 a bordo del battello Princesse Marie-Astrid venne siglato  il primo accordo tra Benelux, Germania Ovest e Francia che consacrò la
vera EUROPA DEI POPOLI, attraverso la libera circolazione delle persone.
 
 

 

Saluti tra fuochi, sapori & saperi

E’ il mese di novembre, ricco di prodotti del bosco, a chiudere, con la rassegna dei prodotti dell’autunno, la fortunata edizione “zer0” dell’iniziativa biennale “Nel segno delle acque”.

Tartufi, castagne, funghi e altre eccellenze del territorio, storytelling, proiezioni dei momenti trascorsi assieme, momenti di pittura all’aria aperta e umida… e musica, per ringraziarvi di non essere rimasti a guardare, ma esser stati “spettAttori” e darvi l’arrivederci all’estate 2019 in altra sede che, verrà comunicata con tre mesi di anticipo sui nostri social e il sito che ci ospita “experienceIN.it”. 

 


 

edizione zer0 2017

Casalecchio di Reno > edizione un0 2019 stay tuned!

Associarsi:
\ dà diritto a entrare a vostro piacimento

 

Ristorarsi:

\ dal territorio di pianura e dall’Appennino; le eccellenze per la gola, il corpo e la mente
e il gelato artigianale

 

Attivarsi corpo e mente:

\ attività ludiche, didattiche, culturali e sportive per grandi e piccini, singoli, gruppi e famiglie

pittura all’aria aperta,
didattica del riuso,
degustazioni enogastronomiche,
yoga,
movimento,
judo, aikido

“in forma con Pino”
camminate,
punto nolo-bike

pedalate,
letture,

teatro

 

Esclusivo per te:

\ lunedì martedì e mercoledì
diventano le tue giornate; puoi riservare tutta l’area

 

info&prenotazioni edizione un0 2019:

stay tuned!

 

giorgio@experienceIN.it legate all’iniziativa; visite guidate e percorsi in città e nel parco della Chiusa.

 

Image module
Leave a reply